mercoledì 15 giugno 2016

Xbox Scorpio e la risposta di Sony e Nintendo

Come molti di voi ormai sapranno, durante la conferenza all'E3 di Microsoft, è stata presentata la prossima Xbox dal nome in codice Scorpio (ovviamente il nome ricorda lo scorpione e non a caso direi). Questa Console è quasi una doccia ghiacciata sul mondo videoludico, perchè tutti si aspettavano una nuova console da parte di MS ma non certo di questa portata. Infatti le attese erano per una versione slim di Xbox one (presentata e a fine anno sugli scaffali dei negozi) o di un qualcosa in linea con la futura Playstation Neo. Praticamente una console leggermente più potente, per "aggiustare" problemi di frame nei videogiochi e dare una spintarella in generale all'esperienza videoludica su console.

Invece ci troviamo davanti una nuova console con una potenza di gran lunga superiore alle attuali PS4, Xbox one e le future PS4 Neo e Xbox one S, con 6 teraflop di potenza e supporto dei videogiochi 4k, il tutto verrà lanciato sul mercato a fine 2017. 
Ora potremmo stare qui ad analizzare il fatto che questa generazione è la più breve della storia (solo 4 anni a fine 2017, contro una media storica di 5 anni vita media delle console) o che il progetto iniziale era fallimentare, o che la tecnologia ha fatto passi da gigante negli ultimi anni e quindi progetti come PS4 e One quando furono pensate erano attuali e quando sono uscite erano pressochè obsolete rispetto ai pc. Ovviamente le "chiacchiere da Bar" se ne potrebbero fare a milioni.
Phil Spencer, capo della divisione videogiochi microsoft, ha assicurato che non vedremo una console nuova ogni anno, come succede per gli Smartphone, perchè secondo lui il 4k è l'arrivo di un lungo percorso e una console che supporta tale formato durerà anni.
Certo non mi fido delle parole dei Phil, ma per ora stiamo al gioco e vediamo come si sviluppa la cosa. Lo stesso pensiero l'avranno fatto anche Sony e Nintendo, le quali hanno presentato all'E3 un sacco di titoli ed elementi, ma nessuna delle loro future console. Per quanto riguarda Sony, già aveva detto che la PS Neo non avrebbe debuttato durante la manifestazione dell'E3, ma Nintendo? Teoricamente la nuova console, la Nintendo NX, avrebbe dovuto far capolino proprio sul palco della casa nipponica durante questi giorni di metà giugno.

Ovviamente la scelta di Sony nel non presentare la Playstation 4 Neo, è sicuramente dettata dal pensiero "Noi la nostra mossa l'abbiamo fatta, vediamo come si muove la Microsoft". Anche perchè se Sony avesse presentato questa nuova PS4, avrebbe fatto un flop immenso se paragonato alle proposte hardware fatte da MS. C'è anche da dire che ormai mamma Sony è concentrata sul lancio di Playstation VR, il visore per la realtò aumenta. Anche se non mi convince molto, spero che le vendite le diano ragione...e spero che non abbiano fatto l'ennesimo passo più lungo della gamba.
Infatti fino ad oggi, la Sony era stata sempre molto conservatrice, muovendosi al passo con i tempi, ma seguente alcune invenzioni fatte da altri, come per il Move, copiato a Nintendo e strizzando l'occhi al Kinect.
Invece per la realtà virtuale, è scesa in campo con tutte le sue forze ed ha presentato un proprio visore, non sapendo neanche se questa "nuova" tecnologia farà successo. Cosa invece ben diversa è stata la politica di Microsoft che ha affermato: 

"Le nostre nuove console supporteranno a pieno i futuri visori per realità virtuale delle amrche più famose"

Come dire "se fa successo, ci saremo, altrimenti ciao ciao realtà virtuale"...devo dire che questa politica non mi dispiace, cioè vedere se farà successo o sarà un flop, come il 3D sulle TV, è fondamentale per una nuova concezione di videogioco. Perchè per il VR ci potrebbero essere due strade, o spopola tipo NIntendo Wii oppure un flop colossale e addio sogni di gloria.

Nintendo dal canto suo, non sò se ha cambiato il programma in corsa, nel senso che, dopo la presentazione di Scorpio sarebbe stato l'ennesimo flop o fiasco presentare NX che tecnicamente risulta inferiore, con il rischio di trovarsi con una nuova console già obsoleta a fine 2017 (con ovvio abbandono da terze parti).
Per come la vedo io, la mossa di Microsoft era l'unica soluzione che la casa di Redmond poteva adottare. Infatti ad oggi Xbox one è praticamente battuta da PS4 se guardiamo le unità installate (un pò come successe anni fa tra xbox e ps2). L'unica mossa era quella di anticipare tutti e lanciare la bomba della nuova generazione, ormai imminente...e l'hanno fatto spiazzando tutti. Staremo a vedere le risposte di Sony e Nintendo a questo terremoto chiamato Scorpio.
Ora poi si iniziano a susseguire le varie voci su retro-compatibilità, giochi che girano su entrambi le piattaforme ecc, ecc. L'unica soluzione su la compatibilità dei giochi, può essere gestita solo variando con i settaggi, ad esempio un gioco gira con settaggi bassi sulle attuali console e con settaggi alti sulle nuove...più o meno come succede oggi sui PC. Se così non fosse, credo che ci sarà la retro-compatibilità, ma ci troveremo davanti ad una nuova generazione di console (la nona generazione) con un suo nuovo segmento di giochi e caratteristiche.

Io non posso certo dire se sia giusto far uscire, dopo 4 anni, una nuova console o meno, ma posso sicuramente dire che questa generazione è basata su molti titoli remastered, con nuovi giochi che escono a singhiozzi e fino a questo anno, si potevano contare sulle punte delle dita. Staremo a vedere come svolgerà l'estate, ma spero che i videogiochi tornino ad essere i protagonisti del mercato e non le console. 
Comunque ormai la boma è lanciata, vedremo quanti morti e feriti si lascerà alle spalle....Ovviamente è come una ventata fresca (o gelida) per il mondo videoludico...ormai imbrigliato in una carenza di idee e in un mare di remastered.

Nessun commento:

Posta un commento